Modalità di Accesso

Il Sant’Andrea Hospice si inserisce quale parte integrante della rete di assistenza territoriale dell’ASP di Catanzaro. È un servizio pubblico gratuito in grado di offrire i servizi previsti dai livelli assistenziali propri della rete di cure palliative.

La proposta di affido in Hospice deve pervenire al Punto Unico di Accesso (PUA) e può essere inoltrata:

  • dall’Ospedale (dimissioni protette);
  • dal Medico di Medicina Generale;
  • da altra Struttura Residenziale;
  • dai Servizi Territoriali, in particolare dall’Unità Operativa di Cure Palliative
  • da qualsiasi Servizio del Sistema Sanitario Nazionale.

In regime di convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale, non è possibile l’accesso diretto dei pazienti in hospice ed il giorno del ricovero è sempre concordato tra l’inviante, il familiare ed il medico dell’hospice.
Il Sant’Andrea Hospice dispone di 2 posti letto non in convenzione a pagamento e solo per questi è possibile l’accesso diretto concordato.

Accoglienza e inserimento in Hospice

L’ospite, al suo arrivo in hospice, viene accolto insieme con i familiari e/o accompagnatore ed informato sull’attività ed i servizi offerti.
Viene visitato dal medico e dall’infermiere che instaurano un primo piano terapeutico e assistenziale, centrato, in questa fase, sul controllo dei sintomi e sulla soddisfazione dei bisogni prioritari.
I familiari vengono accompagnati a prendere visione dei locali comuni. Durante la visita, viene illustrato e spiegato l’uso del sistema di chiamata presente in ogni stanza di degenza e nei servizi igienici.

Cosa portare

Documento di identità del paziente
Tessera sanitaria
Documentazione clinica recente
Farmaci della terapia in corso
Ausili utilizzati
Effetti personali necessari (es. spazzolino da denti, dentifricio,ecc)
Abiti e biancheria personale (pigiama, camicia da notte, vestaglia, pantofole, tuta da ginnastica, scarpe comode, asciugamani per uso personale).

I pazienti sono liberi riguardo la scelta dell’abbigliamento da indossare in hospice.

Si consiglia di portare anche tutto ciò che si considera utile e/o caro per potere personalizzare la camera di degenza e renderla quanto più familiare e confortevole.